#FINANZA SOSTENIBILE: Il principale trend del decennio appena cominciato per investire in modo intelligente i propri risparmi

Il 2020 comincia con la notizia dell’Australia che sta affrontando da molte settimane un'emergenza senza precedenti poiché si trova alle prese con l'intensificarsi degli incendi che da oltre 4 mesi stanno devastando il paese, con ingenti danni a case, persone ed animali.

Secondo una ricerca fatta dall’università di Sidney sarebbero morti circa 500 milioni di animali, ed alcune specie potrebbero essere estinte per sempre dalla faccia della terra. Questi dati sono particolarmente gravi considerato che in Australia vivono creature uniche al mondo, che si sono evolute separatamente dal resto del pianeta. Le vittime animali più colpite dagli incendi sono stati i koala, su cui è stimato un danno forse irreversibile. In questi ultimi giorni al flagello dei roghi in Australia si sta sostituendo quello delle piogge torrenziali che stanno facendo strage degli animali sopravvissuti alla devastazione delle fiamme e proprio gli stessi koala scampati agli incendi ora stanno morendo annegati….una vera apocalisse!!

Gli incendi che divampano dallo scorso settembre, hanno bruciato circa nove milioni di ettari di territorio, circa quattro volte la Lombardia. L'aria di Sidney é tra le più inquinate del pianeta, mentre a Camberra, grande città dell’entroterra, la scorsa settimana è stata registrata la peggior qualità dell’aria al mondo. Il fumo e le ceneri hanno percorso migliaia di kilometri e sono arrivati fino alla Nuova Zelanda, dove la neve ed i ghiacciai si sono addirittura tinti di marrone, e gli effetti di queste ceneri nell’aria non sono ancora noti…

Gli esperti avvisano che la causa di questi incendi é l’aumento delle temperature nel paese causato dal riscaldamento globale, che porta quindi a periodi di caldo più lunghi come quelli che proprio quest'anno il continente australiano ha vissuto, toccando nuovi record nel mese di dicembre 2019. Una buona parte delle accensioni sono state causate da tempeste di fulmini ed uragani di fuoco  favorite da condizioni di siccità estreme. Gli incendi in Australia sono forse un “assaggio” del futuro che ci aspetta  se non saremo in grado di contrastare il riscaldamento globale.

Molte critiche si sono concentrate sul governo australiano, responsabile di non impegnarsi abbastanza per raggiungere gli obiettivi che il paese aveva stabilito con  gli accordi a Parigi. Guarda  caso l’Australia ha un’economia fortemente basata sull’estrazione ed esportazione di carbone, e come sappiamo proprio la sua estrazione non è assolutamente compatibile con il raggiungimento degli obiettivi di Parigi per contenere la temperatura della Terra al di sotto di 1,5°C  rispetto ai livelli preindustriali. Nelle ultime settimane sono circolate notizie relative all’arresto di presunti incendiari ed in parte sono state dimostrate essere notizie false diffuse ancora una volta per negare in modo palese il problema del clima.

Sempre ad inizio anno Giacarta, la capitale dell'Indonesia, é stata vittima nuovamente di un'alluvione. Le autorità parlano di piogge di violenza straordinaria, mai registrate finora, la cui forza è con molta probabilità imputabile ai cambiamenti climatici. 

 

Siamo all’inizio di un nuovo decennio e ritengo personalmente che la Finanza Sostenibile sia il principale trend da tenere in considerazione e su cui ci sarà sempre maggiore attenzione. La Finanza Sostenibile è un mezzo per vincere la sfida del cambiamento climatico indirizzando i risparmi solo verso quelle aziende, stati ed organizzazioni che rispettano determinati requisiti. Così si ha il vantaggio di investire in modo più oculato, di evitare di trovarsi investiti con i propri risparmi in aziende magari al centro di scandali ambientali o sociali e  di fare in modo che chi non è Sostenibile faccia tutto il possibile per diventarlo se vuole i nostri soldi.

Inoltre gli investimenti sostenibili hanno dimostrato in questi anni di sovraperformare gli altri investimenti e stanno attirando ingenti masse di denaro. Esattamente pochi giorni fa Larry Finck, Co-fondatore, CEO e Presidente di Blackrock, una delle più importanti case di gestione di risparmi al mondo, con quasi 7mila miliardi di dollari in gestione, afferma che  “siamo sull’orlo di una completa trasformazione della finanza” e che il cambiamento climatico obbligherà a riconsiderare le fondamenta stesse della finanza moderna.

L'unione Europea ha approvato il Green Deal: mille miliardi di investimenti per l'economia verde per i prossimi dieci anni. L'Unione Europea prevede di dedicare un quarto del proprio bilancio alla lotta ai cambiamenti climatici.

 

Ormai i segnali che arrivano dal nostro Pianeta sono sempre di più. Non c'è più tempo, bisogna intervenire al più presto.

Per una prima consulenza, scrivimi!

ti contatterò molto presto per concordare data e luogo dell'appuntamento

Fabio Cassone

Consulente Finanziario Iscritto all’Albo dei Consulenti Finanziari con Iscrizione Numero 14412 del 10/02/2004

P.Iva 02028420061

 3335214328
 000000000000
 fabio.cassone@allianzbankprivate.it

Ufficio 1

Via Fratelli Zavattari 12
20121 - Milano (MI)
 3335214328

Ufficio 2

Via Ospedale 20
14100 - Asti (AT)
 3335214328

QR code

Le informazioni riportate sono curate e raccolte direttamente da Fabio Cassone. Non costituiscono né una richiesta, né un'offerta o raccomandazione all'acquisto / alla vendita di strumenti finanziari, all'esecuzione di determinate transazioni o alla conclusione di un'altra operazione di investimento. Queste informazioni hanno carattere unicamente illustrativo.